Protagonisti 2019

letizia-battaglia-sigarettaLetizia Battaglia Fotografa, fotoreporter e politica italiana. Nel 1969 inizia la sua carriera collaborando con il giornale palermitano “L’Ora”. Nel 1970 trasferitasi a Milano comincia a fotografare collaborando con varie testate. Nel 1974 ritorna a Palermo e crea con Franco Zecchin l’agenzia “Informazione fotografica”. In quell’anno si trova a documentare l’inizio degli anni di piombo della sua città, scattando foto dei delitti di mafia per informare l’opinione pubblica e scuotere le coscienze. Nel 1979 è cofondatrice del Centro di Documentazione “Giuseppe Impastato”. Il 6 gennaio 1980 è la prima fotoreporter a raggiungere il luogo in cui viene assassinato Piersanti Mattarella.  Nello stesso anno un suo scatto di una bambina con il pallone nel quartiere palermitano della Cala fa il giro del mondo, divenendo fotografa di fama internazionale.  Negli anni ’80 crea il “laboratorio d’If”, dove si formano fotografi e fotoreporter palermitani. Letizia Battaglia è stata la prima donna europea a ricevere nel  1985, ex aequo con l’americana Donna Ferrato, il Premio Eugene Smith, a New York,  riconoscimento internazionale istituito per ricordare il fotografo di Life.  Nel 1999 riceve il premio Mother Johnson Achievement for Life. Ha esposto in Italia, nei Paesi dell’Est Europa, Francia, Gran Bretagna, America, Brasile, Svizzera, Canada.  Dal 2000 al 2003 dirige la rivista bimestrale realizzata da donne Mezzocielo, nata da una sua idea nel 1991. Nel 2017 inaugura a Palermo all’interno dei Cantieri Culturali della Zisa il Centro Internazionale di Fotografia da lei diretto, metà museo, metà scuola di fotografia e galleria. Nel 2019 inaugura a Venezia presso la Casa dei Tre Oci una grande mostra monografica retrospettiva di tutta la sua carriera.

Mattia-Berto-100x100Mattia Berto Attore, regista, illustratore, muove i primi passi come attore in teatro giovanissimo. Si laurea in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo a Ca’ Foscari con una tesi sul teatro ragazzi nel Nordest. È stato diretto da numerosi registi, coreografi e artisti della scena, tra tutti considera il suo Maestro Maurizio Scaparro. Negli ultimi anni, ha curato la regia di eventi culturali e spettacoli (in collaborazione con diverse istituzioni veneziane, Fondazione Musei Civici, Arteven Circuito Teatrale Regionale, Comune di Venezia, Teatro di Ca’ Foscari, con Coop Adriatica), inoltre lavora a produzioni sia di eventi sia di spettacoli che vengono presentati in Italia e all’estero. Lavora dal 2006 come formatore per tutte le età, dai bambini delle materne agli adolescenti, dagli adulti alle persone con diverse tipologie di disagio inseriti in particolari contesti, quali centri psichiatrici, carceri e servizi per la disabilità. Attualmente è Direttore Artistico della programmazione teatrale del Teatro di Villa Groggia a Venezia (dal 2012) e della stagione di teatro ragazzi del “Teatro Dario Fo” di Camponogara (dal 2013). Nel 2016 ha lanciato in collaborazione con Giorgia Chinellato il progetto “Teatro in Bottega” (teatroinbottega.com), iniziativa che valorizza negozi e botteghe cittadini con azioni performative con l’intento di fondere saperi e mestieri, fare incontrare artisti e spettatori/abitanti, valorizzando i luoghi del fare come nuovi palcoscenici.

bronzinoMarino Bronzino Regista di cortometraggi e documentari colleziona dal 1991 numerose partecipazioni al Torino film festival in concorso nella sezione “spazio Torino“ e “spazio Italia“. Nel 1999 vince al Valsusa Film Fest il premio Mario Celso per la miglior fotografia con il cortometraggio È ora che vada. Nel 2005 con il documentario Avvocato! Il processo di Torino al nucleo storico delle Brigate Rosse  ricostruisce la figura dell’avvocato Fulvio Croce (presidente del Consiglio degli Avvocati di Torino) ucciso dalle Brigate Rosse durante il processo di Torino ai capi storici delle Brigate Rosse. Un processo raccontato attraverso il punto di vista degli avvocati d’ufficio nominati allora e sul tema del rifiuto della difesa d’ufficio da parte degli imputati detenuti. Nel 2019 con Portami su quello che canta, storia di un libro guerriero racconta la storia del processo allo psichiatra Giorgio Coda condannato per maltrattamenti ai suoi pazienti della Certosa di Collegno. A più di quarant’anni dalla pubblicazione del libro Portami su quello che canta di Alberto Papuzzi e Piera Piatti ripercorre una stagione di impegno civile e di grandi cambiamenti per far conoscere a chi quel periodo non l’ha vissuto un pezzo di storia recente in cui i “matti” per la prima volta hanno avuto la parola, sono stati ascoltati, considerati dei giudici degni di fede, finalmente cittadini come gli altri.

buonadonna

Sergio Buonadonna Giornalista e promotore culturale, è stato inviato de L’Ora di Palermo, ha lavorato con il Gruppo L’Espresso, è stato caporedattore Cultura e Spettacoli del Secolo XIX, collaboratore culturale di Repubblica Palermo e ha diretto Gli Incontri Internazionali con gli Scrittori a Sanremo.

 

calcaterraAntonella Calcaterra Avvocato del Foro di Milano, criminologa, esperta in diritto penitenziario. Componente del Tavolo 10 degli Stati Generali dell’esecuzione penale, dell’Osservatorio Carcere di Antigone e dell’Osservatorio per il superamento degli Opg e sulle Rems.  Ha affiancato con grande determinazione e impegno il lavoro per la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e si batte quotidianamente perché i diritti delle persone con sofferenza mentale siano realmente esigibili.

stefano-cecconi-130x150Stefano Cecconi Sindacalista, responsabile delle politiche della salute e della contrattazione sociale per la Cgil nazionale, dove lavora presso il Dipartimento Welfare, ha ricoperto l’incarico di segretario generale della Camera del Lavoro provinciale di Padova e poi di segretario regionale confederale Cgil Veneto (con deleghe: alle politiche di welfare,dell’immigrazione, dell’istruzione e formazione e di segretario organizzativo). È stato consigliere della Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura di Padova e del Consiglio di amministrazione del Consorzio zona industriale di Padova. È nel Comitato di redazione della Rivista delle Politiche Sociali RPS. Promotore di SOS Sanità. Prima di operare a tempo pieno nel sindacato ha lavorato come formatore-monitore presso la Scuola per infermieri professionali e assistenti sanitari dell’Unità sanitaria locale di Padova ed è stato responsabile di un Progetto di cooperazione in Africa, per la formazione di personale sanitario a Capo Verde. Attualmente è referente nazionale dell’Osservatorio per il superamento degli Opg e sulle Rems.

Cilento Antonella, scrittrice, occhiali, mani © 2018 Giliola CHISTEAntonella Cilento (Napoli, 1970) Scrittrice è stata nel 2014 finalista al Premio Strega con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori), romanzo tradotto in numerosi paesi e vincitore del Premio Boccaccio 2014. Ha pubblicato nel 2019 Non leggerai (Giunti), romanzo che inaugura la collana YA Arya e, nel 2018, Morfisa o l’acqua che dorme(Mondadori). E’ autrice inoltre di: Una lunga notte (Premio Fiesole, Premio Viadana), NeronapoletanoL’amore, quello vero, Isole senza mareAsino chi legge, tutti editi da Guanda, Bestiario napoletano Napoli sul mare luccica (Laterza), La madonna dei mandarini (NNeditore), La paura della lince (Rogiosi), Il cielo capovolto (Avagliano), Non è il Paradiso (Sironi), Nessun sogno finisce (Giannino Stoppani, Premio Giulitto). Insegna scrittura creativa dal 1993 (ventisei anni di attività) in tutt’Italia per Lalineascritta Laboratorio di Scrittura (www.lalineascritta.it) per la quale coordina il primo master di scrittura ed editoria del Sud, SEMA, in collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Ha ideato e conduce da undici anni Strane Coppie, incontri di letteratura internazionali. Ha scritto numerosi testi per il teatro e alcuni cortometraggi.  Collabora con Grazia e Repubblica Napoli. (foto© 2018 Giliola CHISTE)

massimo-cirri-150x150Massimo Cirri Toscano trapiantato a Milano, è psicologo e giornalista. Ha lavorato venticinque anni nei servizi pubblici di salute mentale e ora per la Cgil continua a fare lo stesso lavoro. Dal 1997 autore e voce di Caterpillar, su Radio2, e prima a Radio Popolare di Milano. Autore teatrale con Lella Costa, ha scritto per “Diario”, “Linus”, “Smemoranda”, “Tango” e “Playboy”. Coautore di “Via Etere” (Feltrinelli, 1988), “Il mistero del vaso cinese” (Sperling & Kupfer, 1993), “Nostra Eccellenza” (Chiarelettere, 2008), “Dialogo sullo -Spr+Eco” (Promo Music, 2010), A colloquio. Tutte le mattine al Centro di Salute Mentale (Feltrinelli, 2009), Il tempo senza lavoro(2013), Un’altra parte del mondo (Feltrinelli, 2016) e Sette tesi sulla magia della radio (Bompiani, 2017). È stato autore televisivo per Fuori Orario (1987-1988, Rai3), Saxa Rubra (1994, Rai3), Mitiko (2006, La7). Si è inventato i RadioIncontri di Riva del Garda. È specializzato in criminologia clinica e ama decespugliare.

Denis Curti_3 2Denis Curti Negli anni ‘90 è Direttore della scuola di Fotografia dell’Istituto Europeo di Design di Torino. Dal 1995 al 2002 è direttore della Fondazione Italiana per la Fotografia. Come Esperto del mercato del collezionismo legato alla fotografia negli anni 2002-2003 è curatore delle prime aste fotografiche di Sotheby’s a Milano. Per oltre 15 anni è giornalista e critico fotografico per le pagine di Vivimilano e Corriere della Sera. Direttore del mensile Il Fotografo, Direttore e fondatore di STILL, Direttore artistico della “Casa dei Tre Oci” di Venezia, Direttore artistico del Festival di Fotografia di Capri, consulente della Fondazione di Venezia per la gestione del patrimonio fotografico. Dal 2005 al 2014 direttore di Contrasto – Milano e vicepresidente della Fondazione Forma a Milano. È Direttore artistico di progetti corporate per importanti aziende e curatore di diverse mostre, tra queste: Elliott Erwitt, Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Fulvio Roiter, Andrè Kertesz, Robert Capa, Werner Bishop, Magnum America, A due Minuti dal mondo (con magnum Photos) Sebastiao Salgado,  Helmut Newton, Henri Cartier Bresson, Giovanni Gastel, David Lachapelle e delle mostre itineranti Capri Trend.

del soldàPietro Del Soldà. Filosofo e giornalista è un autore e conduttore radiofonico. Voce del programma Tutta la città ne parla su Rai Radio3, ha collaborato a diversi programmi della rete, da Radio3Mondo a Il Principe, da Uomini e profeti a Io dico l’universo. Svolge attività di docenza, a metà strada tra radiofonia e filosofia, all’università Ca’ Foscari di Venezia. Ha scritto Il demone della politica (Apogeo 2007) e diversi saggi filosofici. Nel 2018 ha pubblicato per  Marsilio, Non solo cose d’amore.

Dori

Dori Ghezzi (Lentate sul Seveso, 1946) ha debuttato nel 1967 con il brano Vivere per vivere e ha raggiunto il successo con Casatschok, continuato poi nel felice sodalizio con Wess (Un corpo e un’anima). Con Fabrizio De André ha creato l’etichetta e le edizioni Fado e Le nuvole e un’azienda agricola in Gallura.

È presidente della Fondazione De André e nonna di Demetrio.

ierna-150x150Riccardo Ierna Psicologo-psicoterapeuta è nato a Roma, attualmente vive e lavora in Puglia come operatore di salute mentale presso il Centro Sperimentale Pubblico “Marco Cavallo” di Latiano (Br). Da anni si occupa di ricerca ed è attivo in progetti sociali, riabilitativi e lavorativi in salute mentale.

Per quasi dieci anni si è occupato di assistenza domiciliare in ambito oncologico.

LarssonBjorn Larsson Nato a Jönköping nel 1953, docente di letteratura francese all’Università di Lund, filologo, traduttore, scrittore e appassionato velista, è uno degli autori svedesi più noti anche in Italia. Tra i suoi titoli di maggior successo, tutti pubblicati in Italia da Iperborea, La vera storia del pirata Long John SilverIl Cerchio CelticoIl porto dei sogni incrociatiI poeti morti non scrivono gialli L’ultima avventura del pirata Long John Silver. Sua ultima pubblicazione, nel 2018, sempre per Iperborea, è  La lettera di Gertrud,

foto-Montieri-copyright-anna-toscano-150x150Gianni Montieri È nato a Giugliano nel 1971 e vive a Venezia. Ha pubblicato: Avremo cura (2014) e Futuro semplice (2010). Suoi testi sono inseriti nella rivista monografica Argo, nei numeri sulla morte (VIXI) e sull’acqua (H2O) e nel numero 19 della rivista Versodove; sue poesie sono incluse nel volume collettivo La disarmata, (2014). È tra i fondatori del laboratorio di scrittura Lo squero della parola. Scrive su Doppiozero, minima&moralia, Huffington Post, Rivista Undici e Il Napolista, tra le altre. È redattore della rivista bilingue THE FLR. È nel comitato scientifico del Festival dei matti. (foto©Anna Toscano)

 

palma

Mauro Palma Matematico e dottore in giurisprudenza honoris causa è attualmente (dal 2016) Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, nonché Presidente del Meccanismo nazionale di prevenzione previsto dal Protocollo opzionale alla Convenzione ONU contro la tortura. È stato (2012 – 2015) Presidente del Consiglio Europeo per la Cooperazione nell’esecuzione penale (organo del Consiglio d’Europa). Per molti anni (fino a dicembre 2011) è stato Presidente del Comitato Europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti o pene inumani o degradanti (CPT) e in tale funzione ha monitorato i luoghi delle diverse forme di privazione della libertà (penale, amministrativa, sanitaria) nei 47 Paesi del Consiglio d’Europa. Esperto in giustizia penale e sistemi penitenziari, ha fondato alla fine degli anni Ottanta l’associazione Antigone, una organizzazione non governativa italiana che si occupa della tutela dei diritti nel sistema penale, centrando la sua attività nello sviluppo di ricerche e studi e nell’elaborazione legislativa.

anna-poma2-150x150Anna Poma Laureata in Filosofia e in Psicologia e specializzata in Psicoterapia della Gestalt, dopo alcuni anni d’insegnamento, dal 1998 lavora nel campo della salute mentale. E’ stata consulente del D.S.M di Treviso per specifici progetti di deistituzionalizzazione. Nel 2002 è socio fondatore della cooperativa sociale Con-Tatto e a tutt’oggi ne è Presidente. Dal 2003 è portavoce del Forum Veneto per la Salute Mentale e negli ultimi anni è referente regionale dell’Osservatorio StopOpg. Svolge attività di psicoterapeuta tra Venezia e Treviso ed è formatrice in diverse istituzioni. Dal 1994 al 2000 ha collaborato alle pagine culturali del “Secolo XIX” di Genova e, in seguito, per i quotidiani veneti del gruppo Repubblica-Espresso. E’ ideatrice e curatrice del Festival dei Matti.

Andrea PomellaAndrea Pomella È nato a Roma nel 1973. Ha pubblicato varie monografie d’arte, il saggio 10 modi per imparare a essere poveri ma felici (Laurana 2012) e i testi narrativi La misura del danno (Fernandel 2013) e Anni luce (Add 2018). Per Einaudi ha pubblicato il memoir L’uomo che trema (2018).

 

 

PAOLO-PUPPA--300x336 Paolo Puppa

https://paolopuppa.wordpress.com/info/

  

rizzetto ok

 Gianfranco Rizzetto Sindacalista, infermiere, volontario. Attualmente è responsabile dipartimento  artigianato CGIL Venezia, precedentemente Segretario Generale della Funzione pubblica di Venezia. Costituente del Forum Veneto Salute Mentale, componente dell’Osservatorio per il superamento degli Ogm e sulle Rems, è  nel comitato scientifico del Festival dei matti.

 

SaracenoChiara Saraceno Sociologa, attualmente honorary fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino, è stata professore alle Università di Trento e di Torino e nel 2006-2011 professore di ricerca al Wissenschaftszentrum Berlin für Sozialforschung (WZB). Componente della Commissione di indagine sulla esclusione sociale per diversi anni, ne è stata presidente nel 2000-2001. Corresponding fellow della British Academy, si occupa di famiglie, rapporti di genere e generazioni, welfare e povertà. Tra i suoi volumi recenti L’equivoco della famiglia (Laterza 2017), Mamme e papà. Gli esami non finiscono mai (il Mulino 2016), Coppie e famiglie. Non è questione di natura (Feltrinelli, 2° ed. aggiornata 2016), Il lavoro non basta (Feltrinelli 2014), Il Welfare (il Mulino 2013).

Maria Teresa SegaMaria Teresa Sega, laureata in filosofia, è stata insegnante di  italiano e storia, quindi, distaccata presso l’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, si è occupata di didattica della storia, di memoria e storia del Novecento. E’ studiosa dei movimenti delle donne in età contemporanea, su cui ha pubblicato vari saggi. E’ socia fondatrice e presidente dell’associazione per la memoria e la storia delle donne in Veneto rEsistenze. Tra le sue recenti pubblicazioni:  Voci di partigiane venete, (a cura di), Cierre 2017, e Il banco vuoto. Le leggi razziali a scuola, Cierre 2018.

Francesca Serafini

 Francesca Serafini Scrive libri (Questo è il punto. Istruzioni per l’uso della punteggiatura, Laterza 2012; Di calcio non si parla, Bompiani 2014) e da molti anni sceneggiature per la tv e per il cinema: con Claudio Caligari e Giordano Meacci ha scritto l’ultimo film di Caligari, Non essere cattivo (2015). Sempre con Giordano Meacci ha scritto il biopic Fabrizio De André – Principe libero con Luca Marinelli (2018); e, insieme anche a Dori Ghezzi, il libro Lui, io, noi (Einaudi 2018).

AnnaToscano, copyright Grazia Fiore 2 Anna Toscano Vive a Venezia, insegna presso l’Università Ca’ Foscari e collabora con altre facoltà. Scrive per testate, tra cui Il Sole24 Ore e Doppiozero. Sesta e ultima raccolta di poesie è Al buffet con la morte, La Vita Felice 2018, preceduta da Una telefonata di mattina, 2016, Doso la polvere, 2012; liriche, racconti e saggi sono rintracciabili in riviste e antologie; sua la curatela di cataloghi e libri. Ha ideato e condotto la trasmissione radiofonica Virgole di poesia per Radio Ca’ Foscari e i suoi racconti sui luoghi del cuore per Le Meraviglie di Rai Radio 3. Per la testata on-line La Rivista Intelligente cura Venerdì in versi, da cui è nata l’antologia poetica di donne Chiamami col mio nome, La Vita Felice 2019. È stata editor per case editrici, lavorato come ufficio stampa; ha collaborato con varie scuole di scrittura e ha fondato “Lo Squero della parola”, laboratorio di scrittura. Come fotografa suoi scatti sono apparsi in riviste, manifesti, copertine di libri, mostre personali e collettive. Varie le esperienze teatrali, tra le quali “Voce di donna Voce di Goliarda Sapienza”. www.annatoscano.eu (foto©GraziaFiore)

gisella-trincas-150x150Gisella Trincas Co-fondatrice e Presidente Nazionale dell’Unione Nazionale delle Associazioni per la salute mentale, Fondatrice e Presidente della Associazione Sarda per l’Attuazione della Riforma psichiatrica. Ha fondato in Sardegna cooperative sociali e onlus impegnate nel campo della salute mentale (gestione piccole residenze e progetti di inserimento lavorativo) Componente del Comitato Nazionale Stop Op. Ha partecipato a numerosi Convegni, Seminari e Corsi di formazione, in qualità di docente e/o relatore, in Italia, Europa, Giappone, Cina.

IMG-1114Karen Venturini Nata a Roma il 27 maggio 1968, ha vissuto a Trieste fino al 1980. Figlia dello psichiatra Ernesto Venturini, collaboratore di Franco Basaglia sia a Gorizia che a Trieste, ha conosciuto l’esperienza della chiusura degli ospedali psichiatrici e della nascita della legge 180. Dopo la laurea in Economia e il dottorato di ricerca in ingegneria gestionale, insegna al corso di laurea in design dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Ha partecipato, come relatore, a diversi convegni nazionali e internazionali ed è autore di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro Melanconia con stupore presso Raffaelli Editore di Rimini. Il libro contiene 33 brevi storie, ispirate dalle schede di internamento in manicomio dal 1870 al 1890, e denuncia le violenze inflitte dal manicomio e dalla società sul corpo e l’anima delle donne.

zucchelliniClaudio Zucchellini. È avvocato. Conseguito il diploma di laurea è cultore di Diritto Commerciale nell’Istituto di Diritto Commerciale della Facoltà di Giurisprudenza, cattedra del Prof. Pier Giusto Jaeger e pubblica su autorevoli riviste del settore. Durante la pratica si occupa di Diritto Civile e Societario e durante il Servizio Civile di Diritto del Lavoro e della Cooperazione rivolgendo successivamente la propria attività in modo prevalente a Imprese e Manager. Nel 1987 acquisisce il titolo di Procuratore Legale ed è Avvocato Cassazionista dall’anno 2000. Già componente del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Forense di Monza, diviene docente della Scuola Forense ed è attualmente docente di Accademia Fondazione Fiera Milano. Da oltre quindici anni promuove in qualità di organizzatore, moderatore o relatore iniziative accreditate dal COA di Monza (oltre 30 Convegni). Dal 2008 ha diffuso presso i Fori di Monza, Lecco, Busto Arsizio, Cremona, Varese, Como nonché presso l’Università Statale di Milano e l’Università dell’Insubria di Como il docu-film Avvocato!, di concerto con gli Autori. Partecipa come socio Fondatore alla Compagine Sociale della Società Editrice l’Incontro srl che ha “raccolto il testimone” di Bruno Segre. Co-regista, produttore ed interprete del documentario Portami su quello che canta – storia di un libro guerriero, realizzato con il Patrocinio del CNF, dell’Università degli Studi di Milano e dell’Ordine degli Avvocati di Torino.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l\\\'utente accetta di utilizzare i cookie. Ulteriori Informazioni | Chiudi
Top