15.05.16 – A pugni chiusi (2). Letture e scritture per resistere, ore 17

 

Domenica 15 maggio

Teatrino e parco Groggia

 

A pugni chiusi. Letture e scritture per resistere

ore 17.00

presentazione di libri con gli autori

Simona Vinci, La prima verità, Einaudi, 2016 ne discute con l’autrice Gianni Montieri, poeta e scrittore

 

Disse: Credo nella poesia, nell’amore, nella morte,
perciò credo nell’immortalità. Scrivo un verso,
scrivo il mondo; esisto; esiste il mondo.
Dall’estremità del mio mignolo scorre un fiume.
Il cielo è sette volte azzurro. Questa purezza
è di nuovo la prima verità, il mio ultimo desiderio.
Ghiannis Ritsos

 

La scrittura di Simona Vinci ci trascina nell’inferno di Leros, isola del Dodecanneso che per cinquant’anni è stata immondezzaio della Grecia, luogo di ripudi e dannazione per migliaia di matti, le eccedenze degli altri manicomi, dissidenti politici, adulti e bambini, “mucchi umani in luride tane” abbandonati a ridosso di un mare che non può nulla per salvarli, nulla contro l’orrore delle istituzioni totali e della loro ingordigia sulle vite. Lì dentro, inseguendo esistenze inabissate, gli incubi nostri e altrui la fanno da padrone sul confine che trema e distingue a stento la normalità dalla follia. “Ogni storia è una storia di fantasmi e questa non fa eccezione”, dice Simona Vinci parlando di questo suo romanzo che ci trascina nell’altrove, nel rovescio prossimo dell’ordine sociale, dell’igiene sanitaria, delle ragioni della scienza e della verità che scivola.

________

Recensione di Gianni Montieri su Poetarum Silva

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l\\\'utente accetta di utilizzare i cookie. Ulteriori Informazioni | Chiudi
Top