17.11.12- ArtEducazione, DANZA, CAPOEIRA, MUSICA

Laboratorio a cura di Axè Italia. prenotazioni: 347 2589383

Il Progetto Axé ha la sua centralità pedagogica nell’ArtEducazione: l’ArtEducazione rappresenta la scelta politico-pedagogica dell’Axé per lavorare con i giovani delle fasce più povere e/o più emarginate, incluse quelle di origine straniera. Si comincia con l’educazione di strada fino alle attività realizzate nelle Unità (edifici) di accoglienza con una equipe tecnica altamente qualificata composta da arteducatori (specialisti in educazione e professori di arte). Sono realizzate: danza (contemporanea, afro, classica), capoeira, musica (strumentale percussiva e armonica), canto, arti visive e plastiche, laboratorio di creazione di moda e stampa di tessuti. Attraverso tutte queste attività, si realizza la costruzione della socializzazione con forte azione pedagogica per rendere possibile l’inserimento del soggetto educando nella cultura, nella politica e nella società, sempre in una maniera fortemente critica. All’interno delle attività musicali, sono realizzate attività educative per stimolare il soggetto-educando a frequentare la scuola formale e a  sviluppare interesse per la cultura, la cittadinanza, la comprensione del mondo e il suo ruolo nella società. L’educando sviluppa le competenze fondamentali -personali, sociali, cognitive e produttive- con specifici approcci che maturano capacità di riflessione e di scelta, senso di responsabilità sociale, solidarietà e autonomia. Oltre ai contenuti tecnico-artistici, vengono ovviamente sviluppate attività con contenuti trasversali, come sensibilizzazione a temi importanti quali sessualità consapevole, uso di droghe, violenza e criminalità, etc. con il fine di offrire una formazione più ampia, un’educazione integrale, agli adolescenti e giovani. La strategia educativa mira alla trasformazione della storia personale di ciascun bambino socialmente escluso e basa i propri principi nell’ETICA DEI DIRITTI UMANI, nell’ESTETICA, nell’ARTE e nella CULTURA, nella CONOSCENZA SCIENTIFICA e nella PARTECIPAZIONE ATTIVA DEI SUOI BENEFICIARI; secondo questi principi, le azioni portate avanti nell’ambito di questo progetto si rivolgono alle fasce di popolazione meno abbienti e più vulnerabili, ossia quei bambini e quei ragazzi che vedono quotidianamente negati i loro diritti; quell’infanzia a cui viene impedito lo sviluppo delle potenzialità biologiche, psichiche, sociali, culturali e spirituali caratteristiche di ogni essere umano.

 

 

Scrivi il primo commento

Rispondi

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l\\\'utente accetta di utilizzare i cookie. Ulteriori Informazioni | Chiudi
Top